Under the Christmas Tree…

Caro Babbo Natale,

l’ultima lettera te l’ho scritta almeno 25 anni fa.

Quindi spendili 5 minuti per leggere questa, dai.

Quest’anno per Natale vorrei che Woody scoprisse che è bello accoppiarsi e che ci desse dei piccoli nipotini di cavalier king.

cavalier-king

Vorrei che i miei nonni continuassero a essere sani fisicamente e scollegati mentalmente come sono oggi.

Vorrei che la mia mamma si ritagliasse più momenti per sé.

Portami una nipotina bella e forte e sana e intelligente e tettona come la sua mamma.

Dona per favore dei piselli decorosi alle mie amiche e portati in Lapponia quei trimoni dietro cui perdono tempo.

Porta pensieri positivi, ottimismo, sorrisi che qua non se ne può più della gente che si lamenta.

Porta una spruzzata di atti di gentilezza e delle stufette scaldacuore da distribuire all’uscita della metro insieme a Leggo.

Pero’ due ceffoni dietro al cuzzetto a quelle due che tu sai buttali. Che se li meritano proprio per Natale.

Un po’ di coraggio alle persone che non si decidono ad andare dallo psicologo, dallo psichiatra e dal dietologo.

Porta una pasticceria con delle brioches buone vicino al mio ufficio.

briosche

E se ti trovi recapitami anche un pass per parcheggiare la mia auto decorosamente senza dover smadonnare ogni mattina 15 minuti e salire sui marciapiedi con la mia marcia 107.

Portami un sacchetto di costanza, due di pazienza, tre di coerenza, quattro di lozione antibidoni.

santaschool1

 

Se ti avanzano un po’ di babboeuro, ci sono sempre quelle Manolo, il corso di calligrafia, l’insegnante privato di Power Yoga15gg in Cile a surfare (che magari imparo finalmente), una cena da Viviana Varese e un pacchetto di 10 trattamenti TuiNa.

E soprattutto, ti prego, non mi portare completino sciarpa, guanti, cappello.

Basta con i suppellettili: non ho spazio.

E basta anche con i completi intimi di pizzo: sono diventata anziana, solo cotone, grazie.

Portami tele, pennelli, acrilici, pastelli, colori a olio e tempo, tanto, tantissimo tempo.

Insomma, alla fine se non c’hai una lira, portami un anno come quello che è passato, con un qualche viaggio in più e qualche cistite in meno.

Non ti chiedo l’Amore, quello lo so che quando arriva arriva.

Pero’ se ti avanza pure quello, crepi l’avarizia, fammelo trovare sotto l’albero che devo pur abituarmi prima o poi a dividere il bagno con qualcuno.

tom-daley-sexy-santa-shirtless

 

(Sì, deve essere un figo pazzesco)

Tua, per sempre tua, fan n.1

Clio

 

Advertisements

7 thoughts on “Under the Christmas Tree…

  1. 😀
    Da qualche parola scrittua suppongo tu sia di Bari o giù di li, ahah!
    La richiesta più bella? Senza dubbio la pasticceria vicina all’ufficio!

    Buona serata da un Non figo pazzesco, ma tanto tanto simpatico 😀

  2. Caro Gesù Bambino,v
    anche io ti scrivo dopo tantissimi anni per dirti grazie perché di tutto ciò che è indispensabile per vivere non mi manca nulla … nemmeno la pasticceria sotto casa perché brioches, lieviti e torte per colazione, merenda o cena me li faccio da me. Se però, dopo aver soddisfatto tutti quelli che ne hanno davvero bisogno, ti rimane un pò di energia anche per me ti chiederei di farmi conoscere la donna che scrive letterine così carine.

    Buon Natale Gesù Bambino … buon Natale Clio … e buon Natale anche a tutti quelli che ti conoscono, ti seguono, ti leggono …

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s