God Save I MANZI

Profile portrait of actor Paul Newman in front of a sign for a butcher shop.

Oggi ho visto donne impazzire per un valletto criptogay truccato con impalcatura ingellata e 187 lt di colonia addosso.

Ora, non dico che all’uomo sia concesso scoreggiare con nonchalance sotto le coperte ma mille volte uno che rutta dopo una Menabrea di quello che riconosce la marca delle mie scarpe.

Che il Signore benedica quelli che sanno di Dash e non di Vetiver, Ambra e Patchouli.

Tanto bene per quelli che ancora possiedono du peli sotto le ascelle, che hanno i calli sulle mani, che non è un problema se ti siedi per terra e ti sporchi i jeans.

Quelli che ti sollevano come una 24 ore.

Che vanno dal barbiere, non dal parrucchiere dove vado io mannaggia al demonio.

Quelli che pagano il conto ma che i soldi li tirano fuori dalla tasca e non dal portafogli 7 zip.

Quelli che se dici andiamo a mangiare sushi ti rispondono “io ho fame, cazzo faccio col sushi”.

God Save I Manzi.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s